Battiti live, Trani risponde presente quasi 10.000 gli spettatori

Gente dappertutto: in piazza, sulle terrazze, lungo la banchina del porto, fin sotto la bellissima Cattedrale sul mare. Un successo di pubblico incredibile, che come sottolineato alla vigilia dal presidente di Radionorba Marco Montrone, ha contribuito al successo della tappa di Trani del Radionorba Battiti Live, perché pubblico, location, scenografia e cast artistico sono ingredienti insostituibili di una ricetta che funziona ormai da 17 anni.

E’ stato un grande spettacolo in piazza, ma naturalmente anche sul palco. A riscaldare subito il pubblico di Trani ci hanno pensato Benji & Fede, con uno dei brani più trasmessi dalle radio quest’estate, “Dove e quando”, ma anche con il successo della scorsa estate, “Moskow Mule”. Dopo di loro un grandissimo Nek, anche lui con il successo che l’ha tenuto per settimane ai vertici delle classifiche, “Fatti avanti amore”, e con il singolo dell’estate 2019, “Alza la radio”. Dopo le domande del pubblico, Nek ha regalato al pubblico di Trani anche uno dei suoi più grandi successi, “Se una regola c’è”, completamente riarrangiato. Arriva quindi il momento di una delle coppie più attese della serata, Shade e Federica Carta, con “Senza farlo apposta”, tra i brani di maggior successo della prima metà del 2019. I ragazzi hanno cantato a squarciagola la loro canzone, ma anche quelle di Irama, altro nome attesissimo sul palco di piazza Quercia: l’hit estiva “Arrogante” e “Nera” i due brani proposti da Irama. Dopo di lui è toccato all’istrionico Cristiano Malgioglio, personaggio amatissimo trasversalmente da tutti: ha cantato il suo nuovo singolo, “Dolceamaro”, ma anche un meedley dei suoi vecchi successi, da “Mi sono innamorato di tuo marito” a “Danzando Danzando” coinvolgendo la piazza in modo straordinario e meritandosi una vera e propria acclamazione sui saluti. Tocca quindi ad Annalisa, che parte da “Tutto per una ragione”, il successo della scorsa estate in trio con Benji & Fede, che sono dunque tornati sul palco, per poi lasciarlo alla cantante ligure, che si è esibita con il singolo che anticipa il suo nuovo album, “Avocado toast”, e poi, in coppia con Mr Rain, in “Un domani”. E’ il momento degli ospiti internazionali, la band tedesca Giant Rooks, che propone il successo che gli ha resi famosi in tutta Europa, “Wild Stare”, e poi il nuovo singolo, “100 mg”. Spazio, dunque, a Gabry Ponte, che ha trasformato piazza Quercia in una una mega discoteca a cielo aperto, prima di tornare al pop, con Giordana Angi, che ha cantato “Casa”, il brano che dà il nome al suo primo Ep, e “Chiedo di non chiedere”, il suo nuovo singolo. Dopo Giordana si torna a saltare con Jake La Furia: prima con “El party”, e poi con la nuovissima “6 del mattino”. Lento-veloce-lento: la scaletta di Battiti detta i tempi alla piazza, e così dopo il rapper milanese tocca nuovamente alla musica d’autore, questa volta con un grandissimo nome, Paola Turci, ancora una volta con un successo del recente passato, “Fatti bella per te”, e con l’ultimo singolo, “Viva da morire”. Per non trasgredire alla regola di cui prima arriva nuovamente il momento del rap, con Rocco Hunt: “Nu juorn buono” e “Benvenuti in Italy” i due brani proposti dal rapper campano. Poi torna sul palco Federica Carta, con “Raro”, singolo di quest’anno, quindi un’altra giovanissima cantante di talento, Martina Attili, che si è fatta conoscere con “Cherofobia”, che ha cantato anche sul palco di piazza Quercia, e che quest’estate è in radio con Mr Rain, con il brano “La Somma”. Dopo di loro è toccato a una delle più belle voci della musica italiana, Bianca Atzei, con “Ora esisti solo tu” e “La mia bocca”, il suo ultimo inedito, quindi a Enrico Nigiotti, cantautore raffinato, che ha proposto invece “Notturna”, un singolo dal ritmo latino, ed una inedita versione unplugged di “Nonno Hollywood”, la canzone che quest’anno ha portato a Sanremo. A questo punto sale sul palco una storica band, Le Vibrazioni, che quest’anno ha compiuto 20 anni di carriera: due i brani proposti, uno dei loro più grandi successi, “Dedicato a te”, e l’ultimo singolo, “L’amore mi fa male”: come sempre straordinaria la performance di Francesco Sarcinae dei suoi amici e colleghi musicisti, che hanno fatto esplodere i decibel con le loro chitarre. Siamo ormai verso il finale, tocca a Sergio Sylvestre, con “Parolacce”, il suo ultimo singolo, quindi la chiusura, a tutto ritmo, con Shade, che prima ha fatto ascoltare “La hit dell’estate”, il suo singolo estivo, e poi un meedley dei suoi brani di successo delle ultime stagioni, che ha chiuso lo show facendo salire alle stelle l’adrenalina del pubblico.

“Quasi 4 ore di show in diretta, una vera maratona durata quasi 18 ore per alcune dei ragazzi, che erano in piazza, pronti a prendere posto davanti al palco, sin dalla 7.30 di ieri mattina, bellissima scena che si ripete in tutte le piazze”, commenta il presidente di Radionorba Marco Montrone. “Siamo felici, è andato tutto come volevamo, ringraziamo Trani per la splendida accoglienza”.

E’ stata una serata che in tantissimi hanno seguito anche in tv, su Telenorba e Radionorba Tv, in radio su Radionorba, in streaming sui siti internet ed anche sui social, ma che rivivrà il 24 luglio su Italia1, quando le bellissime immagini di Trani saranno proiettate nelle case di milioni di italiani.

“Un grande spettacolo e una grande operazione di marketing territoriale”, commenta il sindaco di Trani Amedeo Bottaro. “Abbiamo fortemente voluto Battiti a Trani e crediamo che il risultato finale premi la nostra determinazione. Non era facile, organizzare questo genere di eventi nel cuore della città è complicatissimo. Ma grazie alla grande professionalità della produzione di Norba e collaborazione di tutti siamo riusciti a fornire una bellissima immagini della nostra città. Sono certo che ne trarremo grandi vantaggi anche nei mesi a venire. Sento di ringraziare in particolare la polizia locale e le associazioni di volontariato per aver fatto in modo che tutto si svolgesse nella massima sicurezza”.

Trani, presentato il programma di igenizzazione delle strade

E’ stato presentato questa mattina il programma di igienizzazione delle strade del territorio di Trani.

Nei prossimi giorni Amiu procederà non più al semplice lavaggio stradale ma ad un trattamento di igienizzazione specifico, utilizzando prodotti autorizzati dal servizio di igiene e sanità pubblica e non inquinanti.

In allegato è possibile consultare l’ elenco strade. Eventuali segnalazioni e osservazioni da parte dei cittadini potranno essere formulate inviando una mail a comunicazione@amiutrani.it.

Elenco strade

 

Comune di Trani, al via uno sportello informativo gratuito curato da Periti Agrari

La prossima settimana diventerà operativa la convenzione sottoscritta tra il Comune di Trani ed il Collegio provinciale dei periti agrari e periti agrari laureati della BAT.

La convenzione, fortemente voluta dall’assessore all’agricoltura Michele di Gregorio, giunge alla fine di un lungo confronto con la stessa Istituzione associativa dei periti agrari. Con la convenzione il Collegio, con i propri associati, organizzerà e gestirà presso il Palazzo di città, in una stanza messa a disposizione del Comune, uno sportello informativo e di assistenza qualificata e professionale gratuito per tutti coloro che ne vorranno usufruire, nelle materie istituzionalmente trattate dallo stesso.

Lo sportello sarà allocato al primo piano del Comune e funzionerà nei giorni di mercoledì dalle ore 10 alle ore 12 ed il giovedì dalle ore 16 alle ore 18.

Un atto importante e concreto rivolto a tutti gli agricoltori dall’Amministrazione Bottaro in un settore che negli ultimi mesi attraversa situazioni difficili come il danno della Xylella e le intemperie climatiche. La convenzione inoltre prevede eventuali attività di assistenza gratuita da parte del Collegio anche in favore del Comune di Trani.

Battiti Live, i divieti di circolazione e le aree di sosta per Domenica 14 Luglio

Domenica 14 luglio la città di Trani ospiterà una tappa di Battiti Live. Teatro della manifestazione piazza Quercia. Per consentire lo svolgimento della manifestazione nella massima sicurezza sono stati adottati dei provvedimenti di viabilità.

A partire dalle ore 08 di domenica 14 luglio è istituito divieto di transito su piazza Plebiscito, via Tiepolo, piazza Tiepolo e via Statuti Marittimi (nel tratto compreso fra piazza Tiepolo e molo San Antuono).

E’ istituito divieto di transito dalle ore 18 di domenica 14 luglio e fino alle ore 04 di lunedì 15 luglio lungo le seguenti vie: via Ognissanti (intero tratto), piazza Cesare Battisti, via Prologo, piazza Sedile San Marco, via Mario Pagano (tratto compreso fra via Baldassarre e piazza Libertà), via Annunziata, piazza Campo dei Longobardi, via Festa Campanile, piazza Libertà, via  Chiarelli (tratto compreso tra via Tasselgardo piazza Natale D’Agostino e piazza Plebiscito), via de Roggiero (tratto compreso fra via Giustina Rocca e via Chiarelli), via Calatafimi (tratto compreso fra via Giustina Rocca e via Chiarelli), via Cavour (tratto compreso fra piazza Plebiscito e piazza della Repubblica), via Goffredo (tratto compreso fra via Comneno e via Cavour), via Mosè da Trani (tratto compreso fra via Comneno e via Cavour), via Tiepolo, piazza Tiepolo, piazza della Repubblica (da incrocio con via Moro a via Cavour), piazza della Repubblica (da incrocio con via delle Crociate a via Cavour), piazza della Repubblica lato ex Banco di Napoli (da incrocio con corso Vittorio Emanuele a via Mario Pagano), via Bovio (da incrocio con via Fusco a piazza della Repubblica).

E’ fatto obbligo, per i veicoli provenienti da via Tasselgardo (lato via Vischi e Giustina Rocca) di svolta a destra all’incrocio con via Chiarelli. Altresì è fatto obbligo per i veicoli provenienti da via Aldo Moro all’incrocio con piazza della Repubblica di effettuare la svolta a sinistra lato Banca Intesa (San Paolo).

La zona a traffico limitato dell’area portuale sarà attiva dalle ore 08 di domenica 14 luglio alle ore 04 di lunedì 15 luglio e comprende l’intera area portuale (via Statuti Marittimi, via Banchina al porto)

E’ istituito divieto di fermata dalle ore 08 di domenica 14 luglio e fino alle ore 08 di lunedì 15 luglio su via Tiepolo, piazza Tiepolo, via Statuti Marittimi (tratto compreso fra via Tiepolo e molo sant’Antuono) e via Chiarelli (tratto compreso fra piazza Plebiscito e via Comneno). Dalle ore 06 di domenica 14 luglio alle ore 18 di lunedì 15 luglio sono sospese tutte le autorizzazioni alla sosta dei mezzi della Guardia di Finanza in via Santa Maria nel tratto compreso fra via Rossini e piazza Quercia.

AREE DI SOSTA – Per chi giunge da fuori città e per i residenti delle zone più distanti dal centro sono istituite 3 aree di sosta custodite: in via dei Finanzieri 7 (zona nord), al termine di corso don Luigi Sturzo (angolo via Pisa) e in via Malcangi (inizio statale adriatica per Bisceglie, nei pressi dell’Ervin Café). Tutti i parcheggi saranno dotati di servizi navetta gratuiti (disponibili anche 3 mezzi di Amet). I mezzi di trasporto condurranno la gente nelle vicinanze dell’evento, con inizio corse a partire dalle ore 15 di domenica 14 luglio. Corse di ritorno, a partire dal termine dello spettacolo con partenza dei mezzi da piazza Natale D’Agostino (vicinanze via Tasselgardo, nei pressi della scuola media Giustina Rocca).

Carenza di personale, orario ridotto da agosto al Castello Svevo

Orario ridotto, per carenza di personale, al Castello di Trani che, da agosto, dimezzerà l’orario di apertura al pubblico. Lo rendono noto le organizzazioni sindacali – Fp Cgil Mibac Puglia, Uil Pa Mibac, Flp BAc Puglia e Basilicata – al termine dell’assemblea dei lavoratori organizzata dalla Rappresentanza Sindacale Unitaria del Polo Museale della Puglia.

Troppo poco personale in servizio per garantire l’apertura al pubblico del Castello Svevo di Trani tutti i giorni, per 11 ore al giorno. Senza assegnazione di altro personale, e con il pensionamento di un altro lavoratore, l’unica alternativa, denunciano i sindacati, è la riduzione dell’offerta culturale: senza doppi turni, sarà possibile assicurare l’apertura per un massimo di 5 ore al giorno, sette giorni su sette.

‘Da tempo abbiamo denunciato una situazione che, senza l’assegnazione di nuovo personale, avrebbe comportato inesorabilmente la riduzione dell’orario di apertura al pubblico. Ed è precisamente quello che accadrà già dal prossimo agosto’ – spiegano in una nota congiunta Marcello Dentico, Rsu Polo Museale della Puglia, Matteo Scagliarini, Fp Cgil Mibac Puglia, Lucio Messina, Uil Pa MiBac, Pasquale Nardone, FLP Bac Puglia e Basilicata. ‘Questa riduzione di orario rappresenta una grave sconfitta per tutti: per il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, per il Polo Museale della Puglia, per la città di Trani che perde un attrattore culturale importante e dimezza la possibilità di accogliere i visitatori, proprio nel periodo di maggior afflusso turistico. Continueremo a mantenere aperto il confronto con la direzione del Polo Museale della Puglia, per concordare soluzioni transitorie che possano ridurre l’impatto sul sistema turistico e culturale della città. Non possiamo, però, non denunciare l’incapacità del Ministero di trovare, per tempo, una soluzione ad un’emergenza ampiamente annunciata’.

Da ultimo, le organizzazioni sindacali ricordano ‘Sono in corso i lavori, frutto di un finanziamento europeo (PON CULTURA E SVILUPPO FESR 2014-2020), per rendere il Castello di Trani più fruibile per tutti: intervento meritorio ma, senza personale, tutti questi lavori saranno inutili e si trasformeranno presto nell’ennesimo spreco di denaro pubblico’.

Il personale del Castello conferma lo stato di agitazione e annuncia, per i prossimi giorni, un’assemblea aperta tutti, a cominciare dai cittadini di Trani che riconoscono nel Castello uno dei simboli più rappresentativi della città.

Musica, proroga delle emissioni sonore per Pubblici Esercizi fino alle 2

E’ stata disposta mediante ordinanza la proroga delle emissioni per i pubblici esercizi fino alle 2 per le sole giornate del venerdì, dei prefestivi (da intendersi anche le domeniche antecedenti altre festività) e festivi.

Resta ferma l’obbligatorietà per i titolari dei medesimi esercizi dell’adozione di adeguati piani di contenimento delle emissioni sonore atti a garantire il rispetto dei limiti acustici determinati dal DPCM dell’1 marzo 1991 nonché dal vigente piano di zonizzazione. In caso di mancata ottemperanza trova applicazione la sanzione amministrativa prevista dal comma 9 dell’articolo 41 del vigente regolamento di Polizia Urbana.

Di seguito trovate l’ordinanza comunale

Ordinanza Musica

Ritiro Rifiuti Ingombranti, servizio a domicilio gratuito, le comunicazioni del Comune.

Si ricorda che è possibile conferire gratuitamente vari tipi di rifiuti, compresi i rifiuti ingombranti (es. materassi, mobili, ecc.) presso l’Isola Ecologica “L’Indice” in via Finanzieri n. 24 aperta di mattina tutti i giorni dalle ore 8:00 alle 13:00 compreso i festivi e di pomeriggio il martedì ed il venerdì dalle ore 14:00 alle ore 19:30 (escluso i festivi). Per i rifiuti ingombranti è previsto il ritiro a domicilio gratuito con prenotazione al numero 0883.582993.

“Partendo dalla necessità di dare massima diffusione agli strumenti a disposizione dell’utenza  – dichiara l’Amministratore Unico di AMIU Ing. Gaetano Nacci – abbiamo predisposto una campagna di comunicazione per ricordare alla cittadinanza i riferimenti con cui accedere al servizio. Il servizio di ritiro ingombranti è stato oggetto di una revisione organizzativa con la finalità di potenziarne l’efficacia nell’ottica di una Trani più pulita. Ora niente più alibi agli incivili”.

“Rivolgiamo – chiosa l’Assessore all’Ambiente del Comune di Trani Michele Di Gregorio – un appello al buon senso dei cittadini, in un momento in cui la nostra città è piena di turisti che girano tutte le strade, affinché non si ripetano episodi di abbandono che vanno a discapito dell’immagine della nostra Trani. L’Amministrazione, tramite AMIU, fornisce un servizio gratuito a domicilio per il ritiro dei rifiuti ingombranti, è inconcepibile che non lo si utilizzi per poi sporcare la città”.

Scritta “Varco Attivo” illeggittima, al via una valanga di opposizioni a sanzioni amminsitrative

Approvate le linee guida fissate dal Ministero dei trasporti sulla segnaletica stradale e l’omologazione delle telecamere di controllo elettronico.

Tali indicazioni sono indirizzate sia alle Ztl di nuova realizzazione, sia a quelle vecchie che dovranno essere modificate o sulle quali sono installati le telecamere.

Scompare la dicitura “VARCO ATTIVO” che dovrà essere sostituita da una di queste due scritte:

  • Ztl attiva, quando il divieto di transito è in vigore;
  • Ztl non attiva, quando il divieto non è in vigore.

Il Comune dovrà valutare la possibilità di inserire una segnaletica orizzontale o le classiche linee e scritte sulla strada.

La segnaletica verticale invece prevede il simbolo Ztl insieme al  pannello integrativo con il periodo e/o i giorni di vigenza e/o la fascia oraria di divieto della Ztl, e dovrà riportare limitazioni, deroghe ed eccezioni.

In caso di presenza di una telecamera, è necessaria l’esposizione di un pannello integrativo con la dicitura “controllo elettronico Ztl”.

Nel caso di Ztl variabile, ovvero quando sono definite fasce orarie all’interno delle 24 ore; giorni feriali e festivi all’interno della settimana; giorni specifici della settimana; mesi o periodi all’interno dell’anno solare, dovrà essere installato, in aggiunta alla segnaletica verticale sopra riportata, anche un pannello a messaggio variabile che deve riportare le seguenti diciture:

  • quando è vigente il divieto: Ztl attiva (possibilmente di colore rosso);
  • quando non è vigente il divieto: Ztl non attiva (possibilmente di colore verde).

Nelle zone turistiche, il pannello integrativo deve riportare le seguenti diciture in lingua inglese, ed eventualmente con la corrispondente colorazione:

  • Ztl closed quando è vigente il divieto (in colore rosso);
  • Ztl opened quando non è vigente il divieto (in colore verde).

Pertanto, potranno essere impugnate tutte quelle sanzioni amministrative per ZTL che riportano il vecchio segnale VARCO ATTIVO.

Rottamazioni Esattoriali : I termini sono stati riaperti

Chi non ha presentato entro lo scorso 30 aprile la rottamazione TER, ha tempo fino al 31 luglio 2019.

Rientrano nella rottamazione anche i tributi comunali, le multe, bollo auto IMU e TASI.

Non rientrano  i debiti sorti nel 2018 e nel 2019.

Chi ha deciso di pagare a rate, può farlo fino a un massimo di 17 (la scelta va effettuata al momento di presentazione della domanda) pagherà la prima rata entro il 30 novembre prossimo; le successive scadranno nei mesi di febbraio, maggio, luglio e novembre degli anni dal 2020 al 2023.

Le rate vanno pagate puntualmente: con 5 giorni di ritardo si decade dai benefici.

Anche le persone fisiche possono beneficiare del saldo e stralcio nelle seguenti modalità:

  • con Isee inferiore ad 8.500 euro si paga il 16% del debito complessivo,
  • con Isee tra 8.501 e 12.500 euro si versa il 20% del debito complessivo,
  • con Isee tra 12.501 e 20.000 euro si arriva al 35%) del debito complessivo,

Il termine per aderire è il 31 luglio 2019.