Il Palazzo delle Arti Beltrani non si ferma mai: ecco la nuova mostra

Come tutto nel mondo, anche l’arte è in costante evoluzione e, in virtù di ciò, la nuovissima mostra del Palazzo Beltrani ha come obiettivo quello di raccontare come l’arte si è sviluppata negli ultimi anni, esponendo opere finalizzate a mostrare in che modo gli artisti formatisi negli anni Duemila si esprimono. G.20 è il titolo scelto per questo nuovo appuntamento che vedrà come protagonisti 20 giovani talenti dell’Accademia delle Belle Arti di Bari, guidati da Dario Agrimi e Michele Giangrande.

La mostra, curata da Isabella Battista, potrebbe essere considerata come un laboratorio pubblico d’arte, in cui poter ammirare le ultime sperimentazioni artistiche che toccano linguaggi, materiali e tecniche molto diversi tra loro. La libertà di sperimentazione, infatti, è stata la parola d’ordine affidata agli artisti chiamati a partecipare, proprio perché il desiderio fondamentale è quello di offrire ai visitatori un’esperienza eterogenea che richiama punti di vista alternativi e nuovi.

A partire da sabato 1 febbraio fino a domenica 1 marzo sarà possibile visitare la mostra tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 10:00 alle 18:00 con orario continuato, acquistando un biglietto di ingresso (intero 4,00€ e ridotto 2,00€).

 

A cura di Federica Raffaella Papagni

Primo appuntamento della Quarta edizione di Jazz & dintorni

Nuovo anno, nuova musica. La rassegna più jazz che ci sia, diretta da Carlo Gallo e realizzata con la collaborazione dell’Assessorato alle Culture del Comune di Trani e organizzato dal Cinema Teatro Impero, dal Babalù e dal Music Art Management, si appresta a rimettersi in gioco per il quarto anno con una serie di spettacoli imperdibili.

Venerdì 31 gennaio alle ore 21:00 presso il Cinema Teatro Impero, la cantante di musica leggera Nicky Nicolai e il sassofonista Stefano Di Battista si esibiranno in un concerto in onore dei più grandi personaggi della musica italiana e internazionale, tra cui Lucio Dalla, il maestro con cui entrambi gli artisti hanno avuto modo di collaborare durante le loro carriere.

Per maggiori informazioni sull’evento e sulle prevendite è, come sempre, possibile rivolgersi al Cinema Teatro Impero, al Babalù e al Music Art Management.

 

A cura di Federica Raffaella Papagni

Ottenuti nuovi fondi per la bonifica di alcuni tratti costieri della zona nord

Ancora una volta la professionalità dell’Ufficio tecnico comunale,  associata alla tenacia dell’assessorato all’ambiente, consente al Comune di Trani di incamerare un nuovo finanziamento regionale. A maggio del 2019, l’ufficio tecnico comunale aveva predisposto un progetto per la partecipazione ad un avviso pubblico regionale che concedeva ai Comuni un sostegno economico per le spese di rimozione, trasporto, e conferimento ad impianto autorizzato di rifiuti presenti sulle aree costiere. Nei giorni scorsi la Regione Puglia ha comunicato l’elenco dei Comuni ammessi a finanziamento riconoscendo al Comune di Trani la somma di 48.514,17 euro che sarà destinata alla bonifica di alcuni tratti costieri della zona nord.

Altri frutti del duro lavoro svolto nei mesi scorsi dall’Amministrazione Bottaro.

Giornata della Memoria 2020: il programma a Trani

27 gennaio 1945.

Una data che tutti noi dovremmo conoscere, perché in quel fatidico giorno di 75 anni fa il campo di concentramento di Auschwitz fu liberato e con esso anche tutti gli orrori che conteneva.

Da allora sono state innumerevoli le testimonianze raccolte e raccontate in merito a quello che ha significato per il popolo ebraico la Seconda Guerra Mondiale, divenendo con il tempo cruciali nella pratica del ricordo, perché solamente raccontandole e ascoltandole la fiamma della memoria non può essere spenta. Un contributo altrettanto fondamentale è stato offerto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, quando il 1° novembre 2005 ha riconosciuto ufficialmente il 27 gennaio quale giorno internazionale per il ricordo e la commemorazione delle vittime della Shoah, celebrato attraverso momenti di incontro durante i quali il ruolo di solista è affidato alle testimonianze dei sopravvissuti.

Per quanto riguarda la Giornata della Memoria di quest’anno, l’Assessorato alle Culture di Trani ha messo a punto un programma molto fitto che avrà inizio sabato 25 gennaio e che terminerà lunedì 27 gennaio.

Il primo appuntamento avverrà sabato 25 gennaio alle ore 17:30 presso la Biblioteca comunale, dove la scrittrice Enza Piccolo presenterà il libro “Mussolini ultima notte a Dongo”, il tutto arricchito da un reading curato da Salvatore Merci che rievocherà quell’ultima notte vissuta dal duce.

Domenica 26 gennaio saranno tre gli eventi in programma. Il primo avrà luogo al museo sinagoga di Sant’Anna alle ore 11:00 ed è stato organizzato dalla Città di Trani e dalla sezione locale della Fidepa, durante il quale la presidente della Fidepa di Trani Maria Mazzilli e l’architetto Giorgio Gramegna illustreranno la questione architettonica delle sinagoghe cittadine, per poi, al termine dell’incontro, dare la possibilità ai presenti di visitare l’illustre sinagoga di Scolanova. Il secondo evento della giornata altro non è che un convegno organizzato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Trani, che avrà luogo alle ore 18:00 presso la biblioteca storica dell’Ordine, intitolato “La storia dimenticata” e incentrato sulle conseguenze delle leggi razziali sull’ordinamento forense, in particolar modo su quello di Trani. Durante il suo corso interverranno il presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Trani Tullio Bertolino, il sindaco di Trani Amedeo Bottaro, l’assessore alle culture Felice di Lernia, il presidente M.G.A. (sindacato nazionale forense) Cosimo Matteucci e Vittorio Tolomeo, cultore della materia. L’ultimo incontro avverrà sempre alle ore 18 nella Biblioteca comunale, dove la Città di Trani e l’Associazione Anteas ricorderanno il partigiano Vincenzo Pappalettera, sopravvissuto alla deportazione al campo di concentramento Mauthausen, con la partecipazione della dott. Sabina Fortunato, presidente dell’Anteas, della senatrice Assuntela Messina e del prof. Nicola Spallucci, docente di letteratura tedesca.

Infine, eccoci giunti a lunedì 27 gennaio e gli appuntamenti previsti saranno dedicati soprattutto ai giovani studenti della nostra città. Alle 10:30 presso la Biblioteca comunale i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado “Giovanni Bovio”, “Giustina Rocca” ed “Ettore Baldassarre” parteciperanno a un incontro dedicato al percorso culturale e storico degli ebrei tranesi, il tutto accompagnato dalla musica e dalla poesia a cura delle docenti Giuditta Bianchi, Marilena Gaudio e Ilaria di Cugno. Alle ore 16:30 presso la scuola primaria “Gabriele D’Annunzio” i bambini delle classi terze, quarte e quinte sono invitati a presenziare alla lettura del libro “Le storie di Bimba” scritto da Teresa Petruzzelli. L’ultimo evento è firmato dall’Università della terza età e dal suo appuntamento con il cinema. Sempre alle ore 16:30 una sala della Biblioteca comunale verrà trasformata in un cinema in occasione della proiezione del film “La ladra di libri”, tratto dall’omonimo romanzo di Markus Zusak.

 

Quello di quest’anno appare come un programma variegato e ricco che si impegna non solo a raccontare uno stralcio di triste storia che interessa in prima persona il nostro Paese, ma anche a rivolgere l’attenzione verso la comunità ebraica della nostra città, perché le leggi razziali non hanno avuto né pietà né confini. È importante sapere che cosa è stato l’Olocausto, in modo tale da renderlo un esempio da non ripetere mai più; è importante ricordare i milioni di persone (ebrei, rom, omosessuali, slavi e oppositori politici) che hanno perso la vita, in modo tale che non siano morti invano; è importante rendersi promotori del ricordo, perché solo facendosi propria la storia, rendendola una maestra, si può lottare contro l’eterno odio razziale.

 

A cura di Federica Raffaella Papagni

Trani Ebraica, visite guidate per scoprire la storia ebrea della città

È dedicata all’Ebraismo la giornata che il Touring Club Italiano organizza a Trani domenica 2 febbraio, in pieno Mese della Memoria, a partire dalle 9.15 del mattino. La Trani Ebraica, il titolo dell’iniziativa, prende avvio dal Castello svevo, in un ideale omaggio a Federico II e alla sua tolleranza verso gli Ebrei, sancita a partire dalle Costituzioni Melfitane del 1231.

La visita guidata, a cura delle guide abilitate della società Nova Apulia, si alterna a momenti teatralizzati curati da Gianluigi Belsito per il Teatro del Viaggio, dal titolo “Esodo” su testi tratti da Dante, Shakespeare e vari autori contemporanei, con la partecipazione di Raffaele D’Ercole.

Segue una visita guidata alla Cattedrale e al quartiere ebraico della Giudecca, dove sono presenti due Sinagoghe. Per secoli, infatti, la presenza degli ebrei in città è stata importante. Pranzo presso un ristorante tipico e ripresa pomeridiana presso il Polo Museale di Trani, con la visita illustrata alla sezione delle macchine da scrivere che conta oltre 400 preziosi oggetti. Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a Luciana Doronzo, viceconsole regionale del TCI, 347-0095976. Mail touringclub.bt@gmail.com

La Vitamina C

La vitamina C è una vitamina idrosolubile, ed una sua carenza causa una patologia nota come scorbuto. La vit. C è assorbita a livello intestinale per trasporto facilitato Na – dipendente; diminuisce nella vecchiaia ed in caso di acloridria, una condizione per la quale si ha una minor presenza di acido cloridrico a livello dello stomaco. L’assorbimento diminuisce per dosi superiori ad 1g e l’aspirina ne inibisce l’assorbimento.

La vit. C svolge diverse funzioni:

  • Biosintesi del collagene: interviene nella conversione della prolina in idrossiprolina e della lisina in idrossilisina, ad opera della prolina e lisina idrossilasi, che richiedono Fe2+.
  • Sintesi di Noradrenalina
  • Sintesi della Carnitina
  • Catabolismo della tirosina
  • Sintesi degli acidi biliari
  • Regolazione dei livelli endogeni di istamina (allergia – vit. C)
  • Assorbimento del ferro
  • Funzione immunitaria
  • Antiossidante

IPERVITAMINOSI C

La credenza popolare che dosi elevate di vitamina c proteggano dall’influenza o ne riducano i sintomi non si basa su studi clinici controllati. Il sollievo sintomatico in tali casi è probabilmente dovuto al lieve effetto antistaminico dell’acido ascorbico. L’eccesso di vit. C viene rapidamente eliminato con le urine, ma può causare uricosuria ed aumentare l’assorbimento di ferro, con possibile sovraccarico di ferro.

Il fabbisogno di vit. C/die è di 60-120 mg.

Gli alimenti più ricchi di vitamina C sono: alcuni frutti freschi (quelli aciduli, agrumi, ananas, kiwi, fragole, ciliegie ecc.), alcune verdure fresche (lattuga, radicchi, spinaci, broccoletti ecc.), alcuni ortaggi freschi (broccoli, cavoli, cavolfiiori, pomodori, peperoni), tuberi (patate soprattutto se novelle).

A cura del Dr. Giuseppe Labianca

Biologo Nutrizionista

Celebrazione 10° anniversario del Palazzo delle Arti Beltrani

Fiore all’occhiello della nostra città, il Palazzo delle Arti Beltrani ha tanti ottimi motivi per brindare e festeggiare. Non meno di una settimana fa è ufficialmente terminata la mostra dedicata a Tina Modotti, così apprezzata dal pubblico da spingere gli organizzatori e i curatori a prorogarne la chiusura, e ora un altro grande traguardo è in procinto di essere celebrato: il 10° anniversario dall’inaugurazione del Palazzo, avvenuta il 30 dicembre 2009.

Il merito dell’obiettivo raggiunto e della sempre crescente importanza a livello regionale e nazionale dell’Istituzione museale è legato, naturalmente, al duro e proficuo lavoro dell’intero staff che, guidato dalla passione e dalla motivazione, ha reso possibile non solo la sua internazionalizzazione, finalizzata all’esaltazione del patrimonio museale, ma anche la trasformazione in Centro Culturale Polifunzionale, dove nel corso dell’anno vengono organizzati una moltitudine di eventi, come mostre, concerti, conferenze, attività didattiche di laboratorio, rivolti a un’altrettanta variegata tipologia di pubblico.

Per celebrare questa importante ricorrenza, la cittadinanza è gentilmente invitata a partecipare domenica 19 gennaio a una serata organizzata dal Palazzo delle Arti Beltrani a partire dalle ore 19:00, durante la quale verranno ripercorse le tappe salienti e i fondamentali traguardi della sua storia, dalla intitolazione a Pinacoteca “Ivo Scaringi” fino a giungere all’evoluzione in Centro Culturale Polifunzionale della città. Alle 20:30 la musica avrà la meglio sulle parole, quando il palco sarà occupato da Marco Galeandro al pianoforte, Simone Tritto al contrabbasso e Antonio Ninni alla batteria e dalla loro fantastica musica jazz.

 

A cura di Federica Raffaella Papagni

Proroga mostra “Tina Modotti. Opere dalla Galerie Bilderwelt” al Palazzo Beltrani

Il 7 dicembre al Palazzo delle Arti Beltrani è stata inaugurata la mostra dedicata a Tina Modotti, che sarebbe dovuta terminare il 6 gennaio. In occasione del grandissimo successo e seguito registrato, la curatrice Alessia Venditti, l’Assessorato alle Culture del Comune di Trani, l’Associazione delle Arti in comune accordo con il collezionista Reinhard Schultz, hanno deciso di prolungare la durata della mostra fino al 12 gennaio.

I visitatori hanno ancora qualche giorno per non lasciarsi sfuggire questa esperienza unica, considerando l’orario continuato del Palazzo delleArti Beltrani, che è aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00.

A cura di Federica Raffaella Papagni

Via alla stagione teatrale a Trani: “Il problema” in scena al Cinema Teatro Impero

Nel corso del pomeriggio del 3 gennaio si è tenuta presso lo chapiteau in piazza Gradenigo, che nelle ultime settimane è stato la sede della rassegna “Trani sul filo”, la conferenza stampa volta alla presentazione della nuova stagione teatrale tranese. La Città di Trani e il Teatro Pubblico Pugliese hanno illustrato il programma, che vede come primo appuntamento la rappresentazione “Il problema”, in scena il 10 gennaio alle ore 21:00 al Cinema Teatro Impero, dimora fissa dell’intera stagione.

Scritto da Paola Fresa, che, inoltre, veste i panni di uno dei protagonisti, “Il problema” si presenta come uno spettacolo realista e commuovente, che gravita attorno a una famiglia, formata da Padre (Franco Ferrante), Madre (Nunzia Antonino) e Figlia (Paola Fresa), che si ritrova a dover fronteggiare un enorme “problema”: l’Alzheimer che è stato diagnosticato al Padre.

La rappresentazione non racconta solamente i vari aspetti della malattia, ma anche il profondo amore che Madre e Figlia provano nei confronti del Padre. La loro è una corsa contro il tempo, consce del fatto che la mente del loro amato è come una lavagna, che nel corso dell’intera vita è stata riempita da piacevoli parole, che ora, con il passare irrefrenabile dei giorni, saranno cancellate riga dopo riga, finché non rimarrà altro che una nuda superficie nera. Però, le due protagoniste non si arrendono e lottano con tutte le loro forze, affrontando anche la furia del Padre, affinché il ricordo, non solo loro ma anche della sua stessa identità, non vada perduto per sempre. Come è possibile notare, il dramma veste un ruolo fondamentale nell’intera storia, ma non per questo mancheranno dei momenti tragicomici, atti a smorzare un po’ i toni della vicenda, offerti dall’ironia di un quarto personaggio (Michele Cipriani), che non è propriamente fisso, dal momento che ora assume il ruolo del medico, ora del badante o dell’impiegato, e che funge da maestro d’orchestra in questa toccante sinfonia.

Lo spettacolo offre agli spettatori un momento per poter riflettere sulla fugacità della vita e sull’importanza degli affetti e della famiglia; inoltre, per godere al massimo dell’esperienza il 9 gennaio sarà possibile incontrare l’intero cast presso la Biblioteca Comunale “Giovanni Bovio” alle ore 18:00.

 

A cura di Federica Raffaella Papagni